Legge Bersani: porta la tua classe di merito in basso

 

Legge Bersani Rc auto giovaniCos’è la Legge Bersani? Quando si applica? Conviene?
Quella comunemente chiamata “legge Bersani”, nel gergo assicurativo, è un decreto del 2007, relativo alla misure per la tutela dei consumatori e alla promozione delle concorrenze. Cioè le cosiddette liberalizzazioni.
Rispetto al macrosettore delle assicurazioni, il testo della legge va a modificare l’articolo 134 del codice delle assicurazioni, relativo all’attestazione di rischio.
L’operazione permette al contraente della Rc auto (o Rc moto) di ereditare, per ogni nuovo veicolo acquistato, la classe di merito più bassa posseduta dal componente del proprio nucleo familiare con la classe di merito più bassa. Per avvalersi di questa possibilità, da richiedere espressamente alla compagnia assicurativa, bisogna aver acquistato un nuovo veicolo (anche di seconda mano). Non c’è un limite a quante polizze si possono assicurare beneficiando della legge Bersani, introdotta proprio per livellare i prezzi delle polizze e per venire incontro ai neopatentati.
Venendo a esempi concreti, un giovane neopatentato che vive in casa dei suoi genitori (o addirittura con i nonni), acquistando un veicolo nuovo o usato potrà assicurarlo partendo dalla classe di merito di suo papà o di sua mamma (o di suo nonno), anziché partire dalla quattordicesima, la più costosa di tutte.
Ma si risparmia davvero grazie alla legge Bersani? Come mai la maggior parte delle compagnie ha introdotto, tra i suoi parametri per fornire i preventivi, la richiesta al contraente di fornire informazioni sull’aver usufruito o meno di questa legge?
Grazie ad un esperto della materia, proveremo a rispondere a queste e altre domande sul tema: Ecco le risposte ai dubbi più frequenti.

 

Lascia un Commento

Post Navigation