Il disegno del Cid

 

Importante tracciare con una freccia la
direzione di marcia dei veicoli coinvolti

Disegno CID

Disegno CID

Il Cid, come abbiamo sottolineato più volte, è lo strumento con il quale ottenere agevolmente la liquidazione dei danni subiti a seguito di incidente. C’è però un “ma”: ovvero tutto questo funziona se il modulo blu è stato correttamente compilato in tutte le sue parti (e naturalmente sottoscritto da entrambi i conducenti, ma questo è ovvio). All’apparenza sembra facile, ma quando ci troviamo a tu per tu con un perfetto sconosciuto e peggio ancora coinvolti in prima persona in un incidente, quello che sembrava un banale modulo da compilare ci appare tutto d’un tratto un’impresa complicatissima. Primo, bisogna avere sangue freddo, secondo, è fondamentale compilare di proprio pugno il modulo Cid. Se si sa quello che si sta facendo sarà molto meglio avere in mano la situazione piuttosto che lasciarla in balia di qualcuno che potrebbe far errori o compromettere la procedura per mancanza di dati. In tal modo si evitano in seguito grattacapi inutili. Per la corretta compilazione del Cid rimando ad un altro articolo, dettagliato ed esaustivo. Qui si vuole approfondire una parte del Cid che spesso si tralascia perché considerata dai più “superflua”, o perché si ha paura che siano richieste particolari doti artistiche, e che invece è di fondamentale importanza, o comunque può aiutare molto: lo spazio in cui si deve fare il “disegnino” dell’incidente. Se non si sono fatte foto, quel disegno può davvero fare la differenza. Per fare le autovetture bastano due rettangoli (ricordandosi di segnare sopra qual è il veicolo A e qual è il B), e per le strade due linee parallele, insomma è richiesto un disegno da bambino dell’elementari, anzi più è stilizzato meglio è. Quello che le Compagnie si aspettano è un disegno che rappresenti nel modo più realistico possibile la posizione dei veicoli al momento della collisione, sforzandosi di tracciare le strade secondo la loro vera traiettoria, inoltre se ci fosse disegnare anche la linea bianca (se continua, doppia, tratteggiata), un eventuale incrocio, uno stop e, non meno importante, il senso di marcia dei veicoli, basta una semplice freccetta! Niente di trascendentale, solo è richiesta un po’ di precisione così che si possa facilmente dedurre chi “ha ragione” e chi “ha torto”.

 

One Thought on “Il disegno del Cid

  1. Pingback: Come si compila un CID? - AssicurazioniSubito.it

Lascia un Commento

Post Navigation